giovedì 8 aprile 2010

A Brocéliande!




Si, avrei voluto parlare della mia Pasqua dolce e raccolta e umorale e benefica, anche se altri lo hanno fatto, meglio di quanto avrei potuto io. E avevo altre cose da raccontare, da quando sono sfuggito per un pelo agli incantesimi della maliarda Melusina. Ma me ne sono successe di tutti i colori, e la voglia è andata a farsi friggere. Fortuna che de profundis riesco ancora a vedere gli occhi delle persone amate, a sentirne le voci, a sorriderne e a sentirmi più forte e meno perseguitato. E così questa vecchia pellaccia spelacchiata ringhia contro il destino, si, ma continua a modulare i suoi richiami alla luna, in queste notti di Aprile. C'è che domattina presto si riparte, e non c'è infingardaggine nè paturnia che tenga: andarsene senza salutare non è mica bello. C'è che domattina presto parto per Broceliande, dove Merlino, non vivo e non morto, è ancora imprigionato nel tronco di un albero a causa dei sortilegi della Dama del Lago: ed è meglio che se ne stia là dentro, perché è del tutto diverso dal vecchietto irascibile ma buono della Disney, ed è molto più simile, nel carattere, a maga Magò. Con Vivienne, la Dama del Lago che abita lì nei paraggi, grossi problemi non dovrei averli. Anzi, magari ci scappa pure mi regali l'anello che rende invisibili, e che di questi tempi capiterebbe a fagiolo. Ma spero di non incappare nella Valle Senza Ritorno perché poi magari va a finire che decido di fermarmici davvero, e toccherebbe ad Ywain, il cavaliere del Leone che bazzica da quelle parti, venirmi a cercare, darmi una piattonata in testa e riportarmi a casa; perché detto fra di noi: ma che ci starei a fare, lassù?
Una cosa è certa: se scampo ai pericoli e alle insidie, e se sconfiggo quell'energumeno di Caradoc, tornerò al blog che sto trascurando, e che comincia a mancarmi.

LEAL SOUVENIR




4 commenti:

marcoboh ha detto...

luoghi incantati, cieli offuscati, che però quando si aprono al sereno sanno raccontare tante cose...
come te nel tuo blog, che ci manca da tempo: e di cui anche noi reclamiamo il ritorno.
buon viaggio, buon ritorno!

Rosa ha detto...

Sono sempre mahgici i racconti e i luoghi che sai scrivere per noi.
Torna presto, ché ci manchiiii!!!
Ti abbraccio forte forte :*

SkraM ha detto...

torna presto e in sella a un bellissimo unicorno! perche si sa che questi animali scelgono solo i puri di cuore per essere cavalcati ;)

luce ha detto...

E invece secondo me in quella Terra incantata un Mago di Parole come te ci sarebbe bene, ma non ci pensare neanche un minuto e non ci lasciare!!! :-)
Un carissimo saluto.