lunedì 1 settembre 2008

In ritardo

D'agosto si vi do trenta castella
in una valle d'alpe montanina,
che non vi possa vento di marina,
per istar sani e chiari come stella;

e palafreni da montare 'n sella,
e cavalcar la sera e la mattina:
e l'una terra a l'altra sia vicina,
ch'un miglio sia la vostra giornatella,

tornando tuttavia verso la casa;
e per la valle corra una fiumana,
che vada notte e dí traente e rasa;

e star nel fresco tutta meriggiana:
la vostra borsa sempre a bocca pasa,
per la miglior vivanda di Toscana.


La fine dell'Estate è il momento dell'anno che più di ogni altro ti lascia smarrito ed indifeso davanti all'ineluttabilità del trascorrere del tempo. Lo dicevano i Righeira, mica cazzi.
La mia Estate è finita oggi. Dopo giorni di sole e di caldo imprevedibili correnti atmosferiche han portato fin qui tiepidi nuvoloni d'umidità salmastra, indolente e sensuale per il forte profumo di mare che si portava con sè; ed hanno reso più malinconico l'addio. Ma mentre facevo ciao con la manina ad un altro anno che se ne va, a momenti mi è preso un colpo ricordandomi di non aver ancora postato il sonetto di Folgòre relativo ad Agosto, e la corrispondente inarrivabile miniatura dei fratelli Limbourg. Sperando che le anime belle dell'uno e degli altri vogliano perdonare la mia sbadataggine, provvedo in extremis.

3 commenti:

Ci ha detto...

Ti perdoniamo perchè sappiamo che sei stato molto impegnato hihihi ;o)

Angelo ha detto...

L'estate sta finendo, e il tempo se ne va...
Pensa ai lati positivi:
-si suda di meno
-le strade delle città diventano vivibili, e non roventi canyon deserti
-Settembre è romantico! "Do you remember September?"
Buon rientro! :D

Gan ha detto...

@ Angelo:
-lavorerò il doppio e suderò il triplo
-le strade di campagna, affollate di trattori, diventano come la Salerno-Reggio Calabria
-Settembre per me è il mese peggiore del'anno!
E non vado oltre con questa sana ventata di ottimismo ;-)