giovedì 5 agosto 2010

Il più grande edificio in mattoni del mondo?



Avrei un sacco di cose da fare anche la sera, ma la voglia di farle sta a zero. Pigro e indolente, trascorro le ore rivisitando con la mente e con internet alcuni dei luoghi che più mi hanno colpito nel corso della mia vita. Uno di questi è la città Albi, nel profondo sud della Francia. La visitai un cinque anni fa, e più che incantato ne rimasi folgorato. E' stupenda, e chi non ci crede vada a verificare di persona. Proprio stasera, leggiucchiandone qua e là, ho scoperto che poche settimane fa ha ottenuto il riconoscimento a "Patrimonio dell'umanità" da parte dell'Unesco. Bene, benissimo, mi ha fatto un grandissimo piacere. Sempre leggiucchiando qua e là, scopro anche che in un sacco di posti si afferma essere la bellissima cattedrale di Albi " il più grande edificio di mattoni del mondo". Ci rimango un po' male, secondo me le cose intrinsecamente ed oggettivamente stupende non hanno bisogno di ricorrere ai superlativi da imbonitore per essere più apprezzate. Ma poi mi dico: "Possibile?" Perché la cattedrale l'ho vista e visitata in lungo e in largo, ed è veramente spettacolare nella sua imponenza, soprattutto all'esterno. Ma qualcosa, così a memoria non mi quadra. La mente corre alla fiammeggiante e vertiginosa San Petronio di Bologna, che è la sesta chiesa della cristianità dopo San Pietro di Roma, San Paolo di Londra e le cattedrali di Siviglia, Milano e Firenze; ed è interamente in mattoni, salvo le decorazioni esterne della facciata. Verifico: San Petronio è lunga 132 metri, larga 58 metri ed alta 42 metri al culmine della navata centrale. La cattedrale di Albi è lunga 113,5 metri, larga 35 e alta 30 al culmine della navata. E tanto basti. Ma poi: siamo sicuri che l'edificio in mattoni più grande del mondo sia San Petronio? Ad esempio, non so in che materiale è costruita la spettacolare, faraonica reggia borbonica di Caserta, ma so che quella sabauda di Venaria è tutta in laterizio; e benchè più piccola, ha pur sempre 80.000 metri quadrati calpestabili. E, per dire, dell'acquedotto Alessandrino a Roma, con i suoi quasi dieci chilometri di arcate ancora esistenti, ne vogliamo parlare? Anche lì, si arriva a tali volumi e tali superfici di edificato in laterizio, da far sembrare caccole sia San Petronio sia la cattedrale di Albi. Sono sicuro che ci sarebbero altri esempi, ma al momento non me ne vengono.
Ecco, sarebbe comunque buona cosa se si verificassero un attimo certe affermazioni impegnative, prima di accreditarle e diffonderle.

14 commenti:

marcoboh ha detto...

sarà il numero dei mattoni impiegati?
sarà il volume dei mattoni medesimi?
nel senso che magari è più corta, più stretta e più bassa, ma ha i muri più spessi e le aperture più piccole?
o magari hanno dato una notizia scientemente falsa solo per fare colpo?
oppure, semplicemente, se so' sbajati?

Gan ha detto...

La prima la escluderei: il "più grande" ha un'accezione immediata di "maggiori dimensioni".
Direi più la seconda, magari in buona fede. Non ho dubbi che in Francia la cattedrale di Alby sia l'edificio in mattoni più grande, visto che l'architettura monumentale del Paese ha maggiormente privilegiato l'uso della pietra; e bisogna tener presente che per i francesi il resto del mondo è un optional ininfluente.
Diciamo che l'han buttata lì senza prendersi la briga di verificare, e che mai nessuno s'è preso quella di confutarli.

marcoboh ha detto...

vero: dimenticavo che per i francesi "mondo" significa "francia" (come per gli americani significa "america")

Poto ha detto...

La solita GRANDüR (si scrive così...) dei francesi!!

Gan ha detto...

@ Poto: GRANDEUR! Prendo atto con amarezza che tutti i soldi spesi per quel corso intensivo di francese sono stati buttati al vento. :-(

marcoboh ha detto...

(ma forse poto voleva fare un gioco di parole con dur detto alla padana)

Gan ha detto...

@ marco: seh, credici!
E' che il ragazzo è intelligente, ma non si applica. ;-)

byb ha detto...

non per essere puntiglioso, ma anche il san pietro in vaticano è in mattoni. e pure il colosseo. entrambi hanno solo un rivestimento in marmo e travertino, ma sono assolutamente edifici di mattoni. e quanto a dimensioni mi pare sembrano grossini.

Gan ha detto...

Byb, nel Colosseo anche se il mattone è largamente usato, la maggior parte delle strutture portanti e delle fondazioni è in travertino. I setti murari sono in laterizio a partire dal secondo ordine; nè bisogna dimenticare il largo impiego dell' opus cementicium nelle volte a crociera.
Di San Pietro non saprei dire, se non che il travertino vi risulta largamente usato nella facciata e, credo, nelle principali strutture portanti. Non credo che, ad esempio, pilastri di soli mattoni possano sostenere il peso della cupola.
In ogni caso siamo d'accordo sul fatto che la cattedrale di Albi NON è assolutamente la più grande costruzione in soli mattoni del mondo, per quanto, a mio avviso, possa essere considerata una delle più belle ed affascinanti.

byb ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
byb ha detto...

mi pare invece che i 4 pilastri siano stati pensati e realizzati di mattoni dall'epoca di bramante, mettendo molto in imbarazzo michelangelo quando fu il momento di costruirci sopra la cupola. e in generale che l'edificio sia rivestito di travertino, marmi o intonaci, ma che la struttura sia di mattoni.

nelle tavole di Maarten van Heemskerck per quanto disegni a mano, la superficie a righine orizzontali mi sembra dovrebbe corrispondere a muri di mattoni.
http://it.wikipedia.org/wiki/File:Heemskerck_Construction_of_St_Peters.jpg

Gan ha detto...

Ma può essere, so molto poco della tecnica edilizia usata a san Pietro, pensavo che nelle strutture portanti i mattoni fossero rivestimento di nuclei in materiale diverso: ma questa è una mia semplice supposizione.
Diciamo pure che, facciata a parte, San Pietro sia la più grande costruzione in mattoni del mondo; e che assegnare il titolo alla cattedrale di Albi è come dire che Berlusconi è lo statista più alto del mondo!

byb ha detto...

degli ultimi 150 anni

Principe Kamar ha detto...

Secondo me questo tipo di affermazioni sono ad uso e consumo turistico, in fondo chi si prende la briga di confutarli? Poi soprattutto con l'avvento di internet il copia&incolla è un fenomeno consolidato e basta uno svarione riportato su un sito e tanti altri "ingenui" lo diffonderanno.

Rimanendo in tema ricordo quando feci la visita guidata a piedi della città di Bordeaux la guida non faceva altro che ripetere questa è la piazza più grande d'Europa (Esplanade des Quinconces), questa è la torre campanaria in pietra più alta del mondo (il campanile di Saint Michel), il centro di Bordeaux è il più grande centro (inteso come estensione in chilometri quadrati) patrimonio dell'umanità, oppure che la duna del Pyla è la più alta duna naturale in Europa (105 metri), che a Bordeaux c'è la più grande foresta coltivata (1700000 ettari)... insomma la mania di grandezza i francesi in fondo ce l'hanno nel dna e per questo che sono adorabili e poi anche gli italiani non sono da meno. ;o)
Baci sparsi! =)