lunedì 31 agosto 2009

Degli inizi, dei santi e delle fini.


Domani, primo Settembre, si festeggia San Lupo . Sarebbe bello fosse la festa di tutti i lupi a due zampe: i lupi solitari per scelta o per obbligo; i lupi che vivono in branco; i lupi cattivi ma non troppo; quelli "molto buonini" ed un po' fessi come l'indimenticato Loopy de Loop. Non sarà così, ovviamente, forse perché sono gli stessi lupi a due zampe che si vergognano di essere tali, e credono ci sia ben poco da festeggiare. Ma da noi San Lupo è comunque un giorno di quelli definiti "di marca": una delle pietre miliari che la sapienza contadina disseminò nel Calendario per imprimere un andamento circolare allo scorrere del Tempo altrimenti ostinatamente rettilineo. Un'astuzia per fare in modo che tutto quanto ci si lasciava alle spalle fosse prima o poi costretto a ritornare: perché tutte le fini fossero il presupposto di tutti gli inizi. "A San Loup, l'Istà 'a beuta i coup" : a San Lupo l'Estate completa la sua opera come un muratore solerte che mette i coppi sul tetto per terminare la casa. Restano ancora tanti lavori di rifinitura, ma ormai il grosso è fatto. A San Lupo finisco i grandi caldi e le giornate interminabili, e inizia, ormai nettamente avvertibile, il declino dell'anno. E quest'anno San Lupo coincide perfettamente con l'inizio della vendemmia, che a sua volta è la fine, per un bel pezzo, delle mie pur risicatissime libertà. Come mi senta in una simile circostanza lo si può leggere qui: repetita iuvant, quanto meno per rinfrescare la memoria a me che scrivo. E' passato un anno, è vero, ma sembra ieri, e le situazioni e le sensazioni sono praticamente le stesse. Come un anno fa mi accingo all' ennesima vendemmia senza quell'Uno che ormai non so nemmeno più come chiamare, e a cui non ho più il coraggio di dare un volto. Come un anno fa, e più di un anno fa, questa Assenza renderà più crude e più cupe le mie fatiche e le mie notti in bianco. Però. Quando si sta così o si soccombe alla depressione, o ci si aggrappa disperatamente a quel che si ha. Non potendomi permette il lusso della prima soluzione, ho deciso di adottare la seconda. Rispetto ad un anno fa ho la fortuna di poter contare su persone adorabili che riescono a pensarmi con affetto e riescono a farsi sentire presenti e vicine malgrado la distanza che ci separa. E questa è già di per sè una straordinaria ricchezza. Rispetto ad un anno fa, le premesse del raccolto sono decisamente migliori : e questo è già di per se un conforto ed un incoraggiamento. Poi si sa com'è: ci si crogiola nell'ansia, nello stress e nelle preoccupazioni per intere settimane, ma quando è il momento ci si tura il naso, si chiudono gli occhi e si salta.
Del resto, come diceva Paolino Paperino, "la forza dei forti sta nel traversare le traversie con occhio sereno": una massima che faccio mia, e che tenterò di mettere in pratica.
"Forsan et haec olim meminisse iuvabit" : forse un giorno sarà bello ricordare anche questo.
(Però non l'ha detta Paperino, questa).
E ora via, verso nuove avventure!





8 commenti:

marcoboccaccio ha detto...

e del resto "loop" in inglese significa "anello", "occhiello": insomma, una cosa che rigira su se stessa. e dato che la pronuncia è la stessa di "loup", ci sta tutto nella circolarità di cui scrivi. "in bocca al loop", pertanto, mio caro!!

Anonimo ha detto...

Un altro santo di nicchia, come il Sant' Alessandro dell' 11 ottobre: da queste parti tutti i calendari danno S. Egidio; comunque buon "onomastico2!
Riguardo al resto, mica esiste solo l'alternativa tra la depressione e l'attaccamento disperato a quello che si ha, ci può anche essere la volontà di provare a guardare il futuro con occhio sereno, sapendo di poter contare su chi ci vuol bene e su di sé, anche se a volte di questo sé sembra esserci poca (e assolutamente ingiustificata) considerazione....
Besos
LVM

Poto ha detto...

Noi tutti incrociamo le dita.
E questo mese passerà in un baleno..
E alla fine le "paranoie" pre-vendemmia saranno un ricordo, ne brutto ne bello.. :-)

Rosa ha detto...

Su coraggio, lancia in resta e viaaaaaaaaaaa!!!
Un abbraccio, sai che quando vuoi una spalla sono qui :*

Joshua ha detto...

Anche io ti abbraccio forte forte!

Sarà un'ottima vendemmia ne sono certo :)

SkraM ha detto...

visto che ti abbracci ne ricevi tanti di mando un bacio!

buona vendemmia ;)

Gan ha detto...

Grazie a tutti, miei cari! :D
Superfluo dire quanto mi siano graditi i vostri baci, abbracci, auguri, incrociamenti, buoni auspici, spalle et similia. Siete fantastici.

ribaldo ha detto...

buon ultimo mi associo al coro generale di auguri! ...baci, e...anche abbracci, crepi l'avarizia!
Attenderò con trepidazione la gestazione e il parto della prossima creatura!
(e quoto come al solito LVM: contare su di sè è il modo primo per poter contare anche sugli altri...)