sabato 16 gennaio 2010

Dal Papersera: uomo morde cane. Cinghiale travolge auto.


I giornali locali continuano ad essere miniera inesauribile di perle come questa che riporto in calce, scovata nell'autorevole gazzetta della mia provincia.

Un cinghiale in fuga, chissà, forse inseguito da una banda di 'ndranghetisti rosarnesi per via del suo colore scuro, o sotto choc dopo aver sentito l'editoriale di Minzolini al Tg1. Un poco di buono, probabilmente un comunista, o un dipietrista, o peggio ancora un finiano, che in plateale disprezzo delle regole non rispetta lo stop immettendosi sulla provinciale e travolge una Golf , causando la fuoriuscita ( non si sa bene di cosa, ma forse del senno del cronista) .
Un morto. I famigliari della vittima sono stati avvertiti.



"Paperopoli. Un cinghiale in fuga ha causato un incidente stradale che ha coinvolto un automobilista di passaggio sulla provinciale che attraversa Ocafranca, non lontano da Topolinia. L’uomo, 51 anni, era al volante della sua Golf quando l’animale l’ha travolto in pieno, causandone la fuoriuscita. Il conducente dell’auto non è rimasto ferito mentre l’animale è morto. A rilevare l’incidente sono stati gli agenti della polizia municipale."

6 commenti:

marcoboh ha detto...

mi sa come una metafora di quello che succede nel nostro paese (l'italia, non paperopoli)

Gan ha detto...

E' vero! Il cinghiale che attraversa la strada, resta secco sotto una macchina e viene presentato come colui che "travolge" la macchina stessa, è un po' come la magistratura che condanna un ladrone matricolato ma che viene poi fatta passare come la persecutrice politica di un "grosso" statista

luce ha detto...

Della serie "strano ma vero" insomma...
Mi sa che in Italia a furia di avere chi ci governa che fa le schifezze e dà la colpa agli altri e la fa franca, diremo pure che le arance che fanno incazzare i lavoratori extracomunitari , i delfini che trainano gli scafi con i clandestini, i gabbiani che fanno fallire L'Alitalia, e lo spinello che migliora le galline ( ah no, questa è vera del contadino che dava la "maria" in semi alle galline che erano allegre, buone e molto prolifiche :-), la notizia è di ieri)
Complimenti per quello che hai scritto su PapIropoli ( e la I è intenzionale)
Un abbraccio affettuoso da Paperino in gonnella( che così mi sento sta settimana).

winckelmann ha detto...

Ho sempre detto a Nonna Papera di stare attenta a dove mette le bestie...

lavecchiaMarple ha detto...

Beh, sono cose che capitano.
Ma perchè ha messo una mia foto?

Poto ha detto...

Povero...
Il cinghiale, ovviamente.