martedì 23 dicembre 2008

Auguri a tutti!



Per Natale mi piacerebbe fare un regalino personale ad ognuno degli amici che leggono queste pagine, le commentano e trovano il modo e la pazienza di essermi vicini e presenti. Non sono riuscito a noleggiare la slitta e le renne, dice che l'hanno data ad un ciccione finlandese; e proprio non avrei tempo per fare tutti quei pacchetti. Così me la cavo con un pensierino collettivo: con il "Jubilate Deo" del mio adorato Giovanni Gabrieli. I regali, per quanto modesti, devono avere dentro un pezzettino di chi li fa. E di me, in questa musica, direi che ce n'è un bel pezzettone. Mi piacerebbe davvero che qualcuno la ascoltasse nel momento di scambiare i regali con le persone che ama. E siccome i regali devono essere ben confezionati, il mio lo incarto con la "Canzona XIII", sempre di Gabrieli, per una presentazione essenziale ma sontuosa.
Il bigliettino d'auguri non lo allego, non sono bravo in queste cose: direi volentieri "Vi voglio bene", ma temo di essere scambiato per Simona Ventura, e lascio correre.
L'augurio si, lo faccio: possano le vostre Feste essere dolci, tenere, confortanti e calde come l'abbraccio della persona che amate.
Un bacio a tutti.

(Ps: sia chiaro, se qualcuno dopo aver ascoltato la "Canzona XIII" dice che mi piace Gabrieli perché sono un vecchio trombone, Natale o no, lo strozzo! :p)

6 commenti:

lavecchiaMarple ha detto...

Grazie, contraccambio;
mi raccomando, però:
non mangi troppo e non dorma scoperto ;)

Edgar ha detto...

Augurissimi.

Poto2002 ha detto...

Auguri anche a te.
Queste musiche non so per quale motivo mi trabsportano nel 1700 a Notre Dame (o Westminster Abby) tra reali con mantelli di ermellino e nobili agghindati per la solenne messa di Natale.
Non chiedermi perchè ma questa è l'immagine che mi sovviene.

E anche immaginarti con la frangia castana/rossa della Ventura non è male... ;-)

Omoeros ha detto...

Buon Natale trombone (:P), i tuoi auguri sono tra i più caldi che mi siano giunti. Un forte abbraccio

Sandrino ha detto...

Auguri anche a te controfagotto... inutile dire che la foto mi ha "preso" più del brano musicale ma si sa io sono un materialista :)

Gan ha detto...

@ Poto: quella musica lì è dei primissimi anni del '600.
Dovevi vedere com'erano fighi gli uomini, all'epoca, e come vestivano bene. Si portavano i capelli corti corti ed il pizzetto ben curato. Ah, bei tempi!


@ Omoeros & Sandrino: con voi due faccio i conti appena possibile!