martedì 26 agosto 2008

Ciao Domenico.


Oggi i funerali di Domenico Riso . Ho seguito lontano dal pc le polemiche scatenate dal vergognoso articolo di Merlo su "Repubblica", e dalla tartufesca ipocrisia di altre testate. Mi ero riproposto di scriverne, ma tanti altri blogger lo hanno fatto molto meglio di quanto avrei potuto fare io.
Ringrazio Byb per la provvidenziale segnalazione, con tanto di links, di alcune delle cose migliori apparse in questi giorni nel web.
La tristezza e la rabbia provocate dalla vicenda si sono stemperate stasera leggendo le dichiarazioni del sindaco di Isola delle Femmine, il comune siciliano di cui Domenico era originario.

Palermo, 26 ago. - (Adnkronos) -
Il Comune di Isola delle Femmine, la cittadina che ha dato i natali all'assistente di volo, pensa gia' ad un modo per onorare la memoria del proprio "illustre concittadino". "Non dimenticheremo mai Domenico -dice il sindaco Gaspare Portobello-. Era una persona eccezionale e un vanto per la nostra comunita'. Ogni volta che ritornava da Parigi ci affascinava con i suoi racconti di viaggio". "Valutero' -spiega- con il Consiglio comunale quale sia il modo migliore per onorarne il ricordo. Penso all'intitolazione di una strada o ad un premio culturale, anche perche' era una persona molto colta". (...) . Sulla vita privata di Domenico Riso e sulla sua omosessualita' il primo cittadino puntualizza: "Sapevamo tutti che era gay, ma questo non cambiava la nostra stima nei suoi confronti. Siamo molto dispiaciuti per l'immagine che alcuni giornali hanno dato di Isola delle Femmine, come di un paese chiuso e retrogrado. La realta' -conclude Gaspare Portobello- e' che la vita privata di chiunque merita rispetto e lo merita ancor di piu' in una situazione tragica come questa".

Dunque non c'è stato l'outing indiscreto che ha fatto inorridire Merlo ed i suoi corifei. Dunque ad essere nel torto erano gli ipocriti che in nome della "riservatezza" e della privacy si sono stracciati le vesti in questi giorni. Sono d'accordo col sindaco siciliano: la vita privata di chiunque merita rispetto; quel rispetto che Merlo ed i suoi sostenitori hanno clamorosamente calpestato.

10 commenti:

byb ha detto...

un po' mi stupisce il comunicato del sindaco, è fatto piuttosto bene. il "mio" sindaco avrebbe sicuramente fatto di peggio, con qualche scivolone grossolano.

Anellidifumo ha detto...

Mi hai dato una bella notizia. L'ho ripresa.

beckett ha detto...

Sai cosa mi preoccupa ancor più? Il leggere che una parte, seppur minoritaria, di bloggers gay o ufficialmente molto vicini alla "causa", non abbiano inteso la gravità del deragliamento di Merlo. Anzi, quasi ne condividono le disordinate posizioni. Il pensiero omofobo, sufficiente e grossolano e capillare, si è insinuato a tal punto da annebbiare la vista anche a chi vive sulla propria pelle certe situazioni.

Gan ha detto...

Caro Beckett, è una preoccupazione anche mia. L'atteggiamento di cui parli è sempre più diffuso in Italia, e forse il dire "beh ma non ha tutti i torti" davanti alle più atroci farneticazioni ha a che fare con il "ma-anchismo" veltroniano.
Nadia Urbinati ha scritto qualche giorno fa : «Questa Italia assomiglia a una grande caserma, docile, assuefatta, mansueta. Che si tratti di persone di destra o di sinistra, la musica non sembra purtroppo cambiare: addomesticati a pensare in un modo che sembra diventato naturale come l´aria che respiriamo. (...) È come se, dopo anni di allenamento televisivo, siamo mutati nel temperamento e possiamo fare senza sforzo quello che, in condizione di spontanea libertà, sarebbe semplicemente un insopportabile giogo».

Guido Allegrezza ha detto...

grazie per la segnalazione (estendo anche ad anelli), che mi era del tutto sfuggita. l'ho inserita in un commento nel post che ho dedicato al fatto e nella pagina dedicata a questa bella famiglia.

Rosa ha detto...

Complimenti davvero al sindaco,
finalmente una reazione istituzionale degna di questo nome.
Il mio sindaco non si sarebbe limitato a grossolani scivoloni, anzi, avrebbe probabilmente detto il contrario...
Sigh!

simonchio ha detto...

la cosa che mi lascia un pò perplesso non è tanto che Merlo esterni (o che evacui, tanto siamo lì), ma che esterni su "La Repubblica". Che ne so, un articolo del generele me lo vedevo bene su "La Padania" con qualche errore di grammatica in più e qualche "culattone" qua e la.

Gan ha detto...

A Simo: la cosa che mi lascia molto perplesso è che Grillini, dopo l'esternazione di Merlo, aveva richiesto di poter replicare con adeguato spazio ed adeguata evidenza. Gli sono state concesse 20 righe nella rubrica della Posta dei lettori, pubblicate a fronte di una pronta contro-replica del Merlo, ancora più invelenita del primo scritto.

Anellidifumo ha detto...

Beckett dice benissimo. Un esempio lampante di questo è quel Lorenzo del blog Illuminismo, che delira già da tempo.

L'immagine data da Urbinati è molto efficace e ficcante, purtroppo.

Si preparano tempi duri in Italia, di scontri violenti e di repressioni ancor più dure. Non mi pare ci voglia la palla di cristallo per capirlo con un pochino di anticipo.

ribaldo ha detto...

Concordo con tutti quelli che hanno scritto qui sopra.
A me l'articolo di Merlo ha fatto venire il mal di mare e mi sono dovuto frenare da dare un pugno sul tavolo dalla rabbia.
La Repubblica (e mi costa molto dirlo fa sempre più schifo...
Sono costernato per l'incredibile "condivisione" di alcuni blogger, che evidentemente non vedono più in là del loro naso (pur credendo il contrario!)e anch'io prevedo tempi sempre più duri...questo stimola se non altro ancora di più alla battaglia!
...e viva il sindaco di Isola delle Femmine!!