martedì 19 agosto 2008

A gentile richiesta


Anche RGS, raffinato gentiluomo subalpino che mi onora della sua amicizia, è stato colpito dalla strambata olimpica. L'oggetto delle sue brame è uno dei quattro marcantoni ritratti in foto. Ora, come sapete io sono felicemente fidanzato con Andrea,
e al momento, nonostante i turbamenti provocatimi dai turbinii muscolari dei Signori degli Anelli, non lo tradirei con chicchesia: men che meno con questi pelati energumeni. Ma l'accendersi delle fiamme amorose mi intenerisce sempre, e il cor mi molce al punto da sentirmi in dovere di spezzare un'arancia ( citazione rubata ad una raffinata gentildonna subalpina, ancorché d'importazione) a favore di RGS. E dunque all'ignoto pelatone uso a sollazzarsi sulla bagnarola dico di valutare attentamente le proposte matrimoniali che presto gli arriveranno da Torino accompagnate da fascine di Baccarat: il gentiluomo in questione, oltre che di piacevolissimo aspetto, è anche di onestissimi costumi, di magnifica residenza, di acclarate virtù culinarie, di vasta e solidissima cultura. Pelatò, nun te lo fà scappà!

6 commenti:

lavecchiamarple ha detto...

anch'io avevo fatto un pensierino su uno dei pelati in questione, residente nel vicino quartiere di Voltabarozzo e solito allenarsi nel canale Scaricatore, giusto a due passi da casa mia, ma poi ho scoperto che è sposato (e con una signora caruccia assai)....

Gan ha detto...

Ma ne restano sempre altri tre! Non mi si scoraggi subito così!

alfa ha detto...

Il primo alla nostra destra è già stato prenotato?!

Gan ha detto...

Ragazzi, qui bisogna che ci organizziamo e che li andiamo a trovare. L'autista lo faccio io che sono fuori dai giochi; RGS, miss Marple e Alfa hanno la prelazione.
C'è ancora un posto; magari due se convinciamo i pelati a portare anche l'Antonio!

Omoeros ha detto...

Ho visto pelati migliori, ma se si organizza una visita guidata io compro un biglietto :D

Anellidifumo ha detto...

Andrea è mio, mi dispiace molto dovertelo dire così, ma prima o poi qualcuno doveva pensarci e allora ci penso io.