sabato 30 agosto 2008

Entartete "kunst"


“Credo che l’opera esposta al Museion di Bolzano non solo ferisca il sentimento religioso di tante persone che nella croce vedono il simbolo dell’amore di Dio ma che offenda il buon senso e la sensibilità anche di chi non si riconosce in quel simbolo.

Ferma restando la libertà creativa di ogni artista, sarei felice se le istituzioni pubbliche o comunque le istituzione finanziate dal pubblico non esaltassero soltanto l’arte della dissacrazione, dell’inutile provocazione e del non senso, perché l’arte è anche ricerca del significato e della bellezza."

Italia, 2008


"Chiunque ad esempio volesse giustificare i disegni o le sculture dei nostri dadaisti, cubisti, futuristi o di quei malati espressionisti, sostenendo lo stile primitivista, non capisce che il compito dell’arte non è quello di richiamare segni di degenerazione, ma quello di trasmettere benessere e bellezza.
l’arte deve proclamare imponenza e bellezza e quindi rappresentare purezza e benessere. Se questa è tale, allora nessuna valutazione è per essa troppo grande. E se essa tale non è, allora è peccato sprecarvi un solo marco. Perché allora essa non è un elemento di benessere, e quindi del progetto del futuro, ma un segno di degenerazione e decadenza. "

Germania, 1935

5 commenti:

Rosa ha detto...

Un Ottimo parallelo :D

simonchio ha detto...

la questione (cosa sia arte e cosa no) è vecchia.

Personalmente non avendo le competenze tecniche ed estetiche per comprendere globalmente un'opera seguo unicamente la via del gusto personale.

A me piace il consiglio che Julia Roberts dà alle sue alunne (in MonaLisaSmile...lo so, il film è banalotto, ma non riesco a smettere di guardarlo), sbigottite davanti ad un quadro astratto: "you are not required to like it, you are required to consider it".

ps. a me piace anche questa parte del film, più o meno dal minuto 2 al 4.30.

http://www.youtube.com/watch?v=XKH2ARq2urc

Gan ha detto...

Julia Roberts è una dea!
Io non metto in discussione il gusto personale: mi viene solo la nausea quando sento parlare esplicitamente o velatamente di arte e di cultura "degenerata", nociva ed inutile.

ribaldo ha detto...

Condivido la tua nausea.
(ma ho anche un po' di paura...)
A me proprio non importa una cippa delle idee sull'arte di un prelato della campagna bavarese!

P.S.:d'accordissimo anche su Julia Roberts, naturalmente!

Rosa ha detto...

Se vi dico che io non l'ho mai potuta sopportare mi uccidete??
Tranne forse in "pretty woman" :P
La mia dea è NIcole Kidman,
o ultimamente Scarlett Johanson...