giovedì 12 giugno 2008

Pure questi


Da "Repubblica".

Oslo, 19:53

NORVEGIA: SI A NOZZE GAY E ADOZIONI COPPIE OMOSESSUALI

Il matrimonio omosessuale da oggi e' realta anche in Norvegia. Il Parlamento di Oslo ha approvato con una larghissima maggioranza (84 voti a favore e 41 contrari) la legge che consente agli omosessuali di sposarsi, di adottare bambini e alle lesbiche di ricorrere all'inseminazione articificiale per avere un bambini A favore hanno votato i tre partiti della coalizione di centro sinistra, insieme a due formazioni di opposizione, i conservatori e i liberali. Contro i cristiano democratici. La Norvegia diventa cosi' il sesto Paese a consentire le nozze gay.


Glielo dite voi al ministro delle Pari Opportunità? No perchè a me scappa da ridere.

11 commenti:

Fabio ha detto...

alla fine ho scovato anche il tuo blog ;)

Fabio

Gan ha detto...

Ciao Fabio! Ma sei il Fabio che scrive commenti belli, intelligenti e condivisibili su Spetteguless?
Benvenuto in ogni caso!

Gan ha detto...

Oooops, ma sei il mitico Fireman!
Scusami! Onoratissimo della tua visita, un abbraccio!

Lovestoned ha detto...

madonna mia... quando leggo notizie come questa non so mai se mi fanno diventare più contento oppure più depresso e sconcertato...

voglio dire: sono molto contento che i paesi in cui la gente regiona in stile XXI secolo (e non XV o giù di lì) aumentino, ma poi mi viene da pensare quanto siamo lontani noi... e allora l'allegria se ne va!
sperare che noi si raggiunga un livello anche solo paragonabile a questo è un pò come sperare che il malawi superi gli stati uniti a livello industriale, e non so se rendo l'idea...

Lovestoned ha detto...

intendevo dire: che RAGIONA in stile XXI secolo... sorry about that!

Gan ha detto...

Caro Alex, dopo che nel 1789 la Francia promulgò la carta dei diritti dell'uomo, ci vollero moltissimi anni prima che i valori da essa enunciati venissero recepiti dagli altri Paesi, che anzi per un lungo periodo li avversarono con forza. Ma il processo fu inarrestabile. Io credo che funzionerà così anche per questi diritti; credo che l'effetto domino sia già in atto, e che l'Italia non vi si potrà sottrarre.

byb ha detto...

ma quando è successo???
non ne sapevo nulla.
uff, un tempo ero più informato sugli eventi nel mondo.


positivismo avanti tutta, purtroppo però in alcuni paesi, ad oggi non sono ancora arrivati gli ideali della carta dei diritti del 1789: il processo è lento.

Gan ha detto...

Ciao Byb! Sei scusato, quando facevamo saltare le teste cantando la Carmagnole tu portavi ancora i calzoni corti, non puoi ricordare bene quei momenti!
Ma pensi davvero che a questo giro l'Italia si comporterà come un Iran o un Gambia qualunque?

Omoeros ha detto...

Scendiamo sempre più in basso nella classifiche delle (in)civiltà europee..

ribaldo ha detto...

Scusate se mi intrometto in questi sogni ottimistici,ma io sto pensando che ormai dal 1789 ci allontaneremo sempre più, nonostante zapatero o altri pochi di buona volontà, e il ritorno indietro tutta è inarrestabile, e la maggioranza è d'accordo...
P.S.:ciao gan, sono arrivato anche qui da te e sono contento di esserci!

Gan ha detto...

Ciao Ribaldo. "Mala tempora currunt", è vero. La strisciante iranizzazione del nostro paese preoccupa anche me. Ma io sono un convinto assertore della teoria vichiana dei cicli e ricicli, e questo un filino di speranza me la dà.