venerdì 20 giugno 2008

Senza parole


Che giornata, ragazzi, che giornata! Straordinaria la performance di Bruxelles: bava alla bocca, denti digrignanti, voce strozzata e pugni sul tavolo come ai vecchi tempi. Con buona pace di chi lo aveva applaudito durante il discorso della sua incoronazione, di chi aveva sciolto peana alla saggezza composta e matura del novello Statista , al suo illuminato ecumenismo, alla sua sollecita apertura. Non mi dilungo, non ho alcuna intenzione di sprofondare nell'amarezza proprio stasera, alla vigilia del Solstizio . Però invito a leggere questo rutilante pezzo di Malvino e mi chiedo quali oscure minacce, quali terrori possano aver costretto Berlusconi a sfilarsi precipitosamente l'abito degasperiano che aveva tentato di indossare con così tanta fatica. Al tempo stesso ricordo il titolo della foto che ho postato qui: "Il ritorno dell'ora legale".

2 commenti:

Los 3novios ha detto...

Davvero c'è da restare senza parole, anche se nulla più stupisce di quell'attore che la maggioranza dei nostri connazionali ha voluto di nuovo come premier.

Gan ha detto...

Ciao ragazzi, benvenuti! Conosco il vosto blog, che bello trovarvi qui!